I fermenti lattici quanto sono importanti per noi?

Quanto sono importanti i fermenti lattici per il corpo umano?

«Nei dizionari medici -spiega Maddalena Bolognesi, naturopata e nutrizionista presso l’Albero Magico- è ben chiara la definizione di “organo” descritto come un’unità ben definibile, costituita da associazioni di tessuti diversi che svolgono funzioni integrate tra loro, in uno spazio ben definito del corpo, e che presenta rapporti con altri organi. Normalmente parliamo di organo riferendoci al fegato, ai polmoni …ma non alla nostra flora intestinale.

Eppure la flora batterica permanente ha la funzione di un organo: se pesassimo la nostra flora batterica, avremmo un organo più pesante del cuore, che secerne ormoni, ci aiuta nella sintesi della vitamina D, si occupa della nostra salute evitando infiammazioni, regola il nostro senso di fame e di sazietà, ed è alla base della salute del nostro sistema immunitario. Quelli che noi chiamiamo fermenti lattici sono una flora amica specifica della nostra specie, che si comporta come un organismo in più associato al nostro intestino, aiutandolo a digerire, proteggendoci dalle invasioni di patogeni e tutto questo “in cambio” di ospitalità e di un po’ dei nostri alimenti».

fermentialbero

Diventa quindi importante prenderci cura della nostra flora batterica, tanto è vero che, quando essa non è in salute, nel nostro organismo si manifesta una problematica: la disbiosi intestinale, per cui i nostri batteri amici non sono più in grado di proteggerci e lasciano spazio a batteri nemici, come escherichie, candide, helicobacter, responsabili di infezioni spesso recidive.

E come ci prendiamo cura della nostra flora batterica? Proprio scegliendo i fermenti lattici più adatti.

«In base alla nostra situazione -sottolinea Maddalena Bolognesi- sceglieremo le famiglie di fermenti più utili per noi: a seconda se dobbiamo lavorare ad esempio sulla stipsi, sul miglioramento del nostro sistema immunitario o sulle intolleranze. Inoltre il giusto fermento lattico può aiutare a migliorare la nostra salute in generale e attenuare problemi apparentemente non correlati all’intestino, quali cefalee, dermatiti, colesterolo alto, insonnia e depressione. Ricordiamo infine che lo stile di vita, il tipo di alimentazione, l’uso di farmaci possono mettere a rischio la salute di questo “organo” così importante, soprattutto perché esso ha un rapporto tanto ampio con tutte le nostre funzioni vitali».

Duranti i cambi di stagione diventa quindi estremamente necessario tenere in considerazione, oltre ai percorsi di disintossicazione, una supplementazione di fermenti lattici scelti “ad hoc”, per depurare, riequilibrare e migliorare il nostro stato di benessere. Esistono due grandi famiglie di batteri particolarmente amici del nostro intestino e si tratta della famiglia dei Lactobacillus (Acidophilus e Rhamnosus) e dei Bifidobacterium (Bifidum, Longum, Breve e Infantis). Per la scelta, è indispensabile rivolgersi in erboristeria per esporre la propria condizione personale e ricevere consigli mirati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Copyright © 2014. Privacy Policy | Powered by TreAtiva - Udine